Month: dicembre 2016

Le parti del computer in lombardo

partipcIn questa lezione parleremo di informatica, più precisamente delle parti di un PC. Ovviamente resteremo sul vago, sul visibile, senza addentrarci nel tecnico. Ci interessa solo ciò che può pronunciare l’utente comune.

A nostro parere Computer e Monitor possono restare come in inglese, per via della diffusione internazionale di tali termini. Esiste come termine colloquiale per definire un calcolatore “ragionatt”, ossia “ragioniere”, lo segnaliamo perché è in analogia con la parola originale inglese, visto che anni addietro il “computer” era una persona. Continue reading

La risposta a tutti i tuoi dubbi sul bilinguismo

Ciao, sono sicuro che sul bilinguismo hai sentito molte affermazioni, sia entusiaste sui benefici del bilinguismo sia preoccupate per la spesa o per il rischio che i bambini confondano le lingue e che dunque sia necessario usarne solo una. Ma andiamo con ordine e rispondiamo ai dubbi più diffusi.

Ma è vero che il bilinguismo ai bambini fa bene?

Assolutamente sì, ci sono vantaggi non indifferenti nell’essere bilingue, essendo soprattutto una cosa che avviene naturalmente e non sui banchi di scuola. Ti invito a leggere questa pagina di un sito apposta sul bilinguismo regionale.

Tra i tanti vantaggi una curiosità tendenzialmente maggiore, un apprendimento più liscio e semplice delle lingue straniere e anche più apertura mentale.

Però se parliamo due lingue ai bambini non rischiamo di confondere le idee?

No. Fortunatamente i bambini possono distinguere molte lingue, addirittura otto. Esatto, i bambini sono capaci di capire cos’è l’italiano e cos’è il lombardo e anche cos’è l’inglese, e li useranno nei contesti giusti. Lo stesso sito di prima ha una pagina a tema.

Ok a casa, ma a scuola che senso ha?

Lo ha eccome! Per prima cosa solidificherebbe il bilinguismo, che se morisse sarebbe praticamente insostituibile, per seconda cosa esistono studi scientifici che dimostrano che una scuola bilingue crea alunni più preparati in lingue straniere rispetto a quella monolingue.

Continue reading