Lezioni

Come si dice “ti amo” in lombardo?

Con i suoi suoni così simili al francese il lombardo è una delle lingue più romantiche d’Italia. Ma come si dice “ti amo” nella nostra lingua?

Per prima cosa dobbiamo distinguere tra il registro più alto della lingua e gli altri. In quello più alto si usa il verbo “amà”, corrispondente all’italiano “amare”. Questo verbo si coniuga come:

Te ami nei dialetti lombardi occidentali (come il milanese, il lodigiano, il ticinese)

Te ame nei dialetti lombardi orientali (come il bergamasco e il bresciano)

(Ricordate sempre che “te” è pronunciato anche “ta”, ma nel nostro modello ortografico usiamo sempre “te”, pur ammettendo la scrittura “ta”.)

Ma nelle situazioni meno formali? Continue reading

Come si chiamano le parti della scarpa in lombardo?

I nomi delle parti delle scarpe sono poco conosciuti anche in italiano, figuriamoci in una lingua ridotta per ragioni politiche ad idioma di casa! Tuttavia il lombardo ha i suoi vocaboli tecnici, che poco hanno da invidiare a quelli delle altre lingue neolatine. Dunque oggi vediamo i nomi delle parti della scarpa nella nostra lingua.

Continue reading

Pronomi possessivi in lingua lombarda

I pronomi possessivi indicano l’appartenenza del sostantivo che precedono a qualcuno o qualcosa. I pronomi possessivi lombardi sono molto uniformi sul territorio, esistono microvarianti ma sostanzialmente possiamo identificare un modello unico per tutta la Lombardofonia.

Vediamo come funziona:

 

ITALIANO LOMBARDO
Mio
Tuo
Suo
Nostro Nost(er)
Vostro Vost(er)
Loro

Da questa lista possiamo evincere subito due cose:

  1. Non c’è il femminile
  2. Non c’è loro

Continue reading

Le parti del computer in lombardo

partipcIn questa lezione parleremo di informatica, più precisamente delle parti di un PC. Ovviamente resteremo sul vago, sul visibile, senza addentrarci nel tecnico. Ci interessa solo ciò che può pronunciare l’utente comune.

A nostro parere Computer e Monitor possono restare come in inglese, per via della diffusione internazionale di tali termini. Esiste come termine colloquiale per definire un calcolatore “ragionatt”, ossia “ragioniere”, lo segnaliamo perché è in analogia con la parola originale inglese, visto che anni addietro il “computer” era una persona. Continue reading

I numeri ordinali in lingua lombarda

La lingua lombarda possiede aggettivi per i numeri ordinali solo fino al 4. Per i numeri ordinali successivi a “quarto” si utilizza la costruzione “quell(a) de” e il numero cardinale.

I NUMERI ORDINALI FINO AL 4:

  • Primo: Primm (Prumm in alcuni dialetti)
  • Prima: Prima (Prumma in alcuni dialetti)
  • Secondo: Segond
  • Seconda: Segonda
  • Terzo: Terz
  • Terza: Terza
  • Quarto: Quart
  • Quarta: Quarta

E dal cinque in poi vedremo:

  • Quell de cinch
  • Quell de ses
  • Quell de sett
  • Quell de vott
  • Quell de noeuv
  • Quell de des
  • Quell de cent
  • Quell de milla